Rivolta contro i treni tagliati

febbraio 15th, 2011  |  Pubblicato in Articoli

Da Sammommè parte la raccolta di firme, iniziativa di protesta il 19

Pistoia, 15 febbraio 2011

Scoppia su più fronti la protesta per il taglio dei treni sulla ferrovia Porrettana, con l’introduzione di alcune corse sostitutive di bus. L’iniziativa più importante è quella della piccola frazione di Sammommè, dove la Pro Loco ha radunato i cittadini in assemblea, arrivando alla decisione di raccogliere le firme contro la decisione e organizzare una giornata di mobilitazione per il 19 febbraio. Nell’occasione, alla stazione di Pistoia, sarà fatta una campagna di sensibilizzazione alle 10,30, in coincidenza dell’arrivo del treno delle 10,16 proveniente da Porretta Terme.  «La sostituzione non serve assolutamente nei centri di Corbezzi, Castagno e San Mommè non raggiungibili con il servizio bus – si legge nella petizione – per cui la sostituzione equivale per queste località ad una pura e semplice eliminazione del servizio, per cui non si può parlare in questi casi di “elementare integrazione tra servizi di trasporto su ferro e su gomma”. La riduzione è superiore al 50% dei servizi presenti sulla linea e non è accettabile in quanto superiore alla rimodulazione presente sul resto delle rete ferroviaria regionale».  Secondo gli abitanti di Sammommé, occorre individuare con un accordo le modalità per effettuare il servizio, in modo di garantire il diritto allo studio, al lavoro e alla mobilità nelle ore più sensibili.  Sul tema interviene anche Davide Puccianti di Assoutenti Pistoia, ricordando che nella scorsa estate l’associazione lanciò un appello ad amministratori locali, sindacati, utenti e cittadini contro la sospensione dei servizi ferroviari tra Pistoia e Porretta per quindici giorni, sospensione motivata da lavori di “potenziamento infrastrutturale”.

«Quei lavori – si legge nel comunicato – come è noto, portarono al depotenziamento della linea ovvero alla eliminazione di un punto d’incrocio per i treni pari e dispari nella stazione di,trasformata in fermata, ancorché non più in servizio commerciale da diversi anni. Oggi, dopo pochi mesi, complici le drastiche riduzioni di finanziamenti per l’esercizio del trasporto pubblico, viene preannunciata, da fonte autorevole e certa quale la Regione Toscana (l’assessore ai trasporti Ceccobao ha risposto in tal senso a un’interrogazione del consigliere Venturi), la “rimodulazione” dei servizi di Trenitalia sulla Porrettana (tratto Pistoia-Porretta) a partire dal 28 febbraio prossimo. Riteniamo che queste misure debbano essere riviste, operando nella direzione della più ampia ed estesa salvaguardia dei servizi ferroviari su questa linea e mediante previ consultazione ed approfondimento sugli specifici servizi con utenti, cittadini, autorità locali (Comuni, Province) e regionali (estendendo la discussione alla Regione Emilia-Romagna). Chi conosce il territorio attraversato dalla Porrettana non ha bisogno di spiegazioni per rendersi conto di come, soprattutto nei mesi invernali, il treno sia difficilmente sostituibile con autobus».

 

fonte : Il Tirreno Pistoia

Scrivi un Commento

Current ye@r *

Commenti recenti

    Calendario

    febbraio: 2011
    L M M G V S D
    « nov   mar »
     123456
    78910111213
    14151617181920
    21222324252627
    28