La petizione dei cittadini

febbraio 22nd, 2011  |  Pubblicato in Articoli

Nuove proteste dei pendolari, si mobilitano anche gli operatori

Pistoia, 22 febbraio 2011

Contro la minacciata riduzione della linea Porrettana, a partire dal 28 febbraio, si sono mobilitati tutti, lavoratori, studenti, pendolari e anche chi vede nei tagli ai treni un altro più pesante colpo allo sviluppo turistico della montagna pistoiese. Dopo la manifestazione che ha portato centinaia di persone a protestare sabato mattina davanti alla stazione ferroviaria di Pistoia, sono tornati a fare sentire la propria voce gli abitanti di Pracchia. Molte le firme raccolte dai cittadini e utenti contro la temuta soppressione, in particolare, dei treni che ogni giorno riportano a casa da Pistoia studenti e lavoratori: quello delle 13,16 (il numero 6382), utilizzato soprattutto dai ragazzi, e quello, frequentato dai lavoratori, delle 17,21.

“Su un totale di 180 utenti della linea Porrettana – scrivono i firmatari della petizione – ne sono stati lasciati a piedi più di un terzo. Invece di avere attenzione per le nostre richieste – scrivono ancora – Trenitalia continua a tenere nel nuovo orario decimato treni che coprono fasce orarie vuote. I più penalizzati sono i viaggiatori del treno delle 17,21, prevalentemente lavoratori dell’industria pistoiese, che svolgono l’orario dalle 8 alle 17, e che con il nuovo assetto non hanno alternative, perché l’autobus sostitutivo parte da Pistoia alle 17,05 (cioè un quarto d’ora prima della loro uscita dal lavoro). Privati del treno delle 17,21, infatti, i pendolari sono costretti ad attendere per due ore e mezzo, dato che il collegamento successivo è delle 19,26″.

Alle proteste dei pendolari, si uniscono anche quelle degli operatori della montagna che vedono nei tagli alla linea ferroviaria l’inizio del declino delle proprie attività e non solo di quelle. La riduzione della linea funziona, sostengono molti ristoratori e albergatori della montagna, come boomerang negativo verso la città. Chi passa una giornata a Pistoia visita il centro, lo zoo, e poi magari decide di fare un giro nei paesini della montagna. Il territorio è unico e i collegamenti sono vitali per tutti.

 

fonte: La Nazione Pistoia

Scrivi un Commento

Current ye@r *

Commenti recenti

    Calendario

    febbraio: 2011
    L M M G V S D
    « nov   mar »
     123456
    78910111213
    14151617181920
    21222324252627
    28