San Marcello nel fronte Anti-Regione

marzo 8th, 2011  |  Pubblicato in Articoli

Tagli alla Porrettana: la giunta esce allo scoperto con un duro documento

Pistoia 8 marzo 2011

Piccoli passi in avanti per cercare di migliorare il servizio sostitutivo utilizzato dai bus sulla Porrettana. Ed il tam tam di notizie, curiosità e nuove iniziative non può che continuare su Facebook dove, messe da parte le arrabbiature per la neve ed i notevoli disagi della scorsa settimana, adesso si cerca di guardare avanti con un pizzico di fiducia aspettando che anche le istituzioni siano in grado di metterci del loro.

La giunta di S. Marcello prende ufficialmente posizione «esprimendo la propria preoccupazione in termini di ricaduta sui cittadini nei confronti dell’impostazione data dalla Regione al trasporto sulla direttrice ferroviaria Pistoia-Porretta, che vede la sostituzione del 50% dei servizi ferroviari con servizi su gomma, contestando altresì le modalità con cui è stata presa tale decisione: senza alcun tipo di concertazione né con i Comuni interessati del versante toscano né con i Comuni dell’Emilia Romagna». L’amministrazione si impegna ad intraprendere insiemne agli altri enti coinvolti, «tutte le azioni per salvaguardare gli interessi dei cittadini utenti dei servizio in questione».

Viene proposta l’elaborazione di un piano di riordino e rilancio del trasporto finalizzato ad un migliore utilizzo della ferrovia Porrettana da concertare con i territoridella Toscana e dell’Emilia Romagna. 

Verrà ufficializzato nei prossimi giorni il lieve, ma significativo, cambiamento d’orario del bus sostitutivo delle 17.15. Per questa corsa al Copit sono giunte parecchie lamentele soprattutto per quei residenti sulla montagna che lavorano a Prato o Firenze e rientrano a quell’ora a casa. Siccome il treno proveniente da Firenze arriva a Pistoia alle 17.17, è stato deciso di posticipare alle 17.21 la partenza del convoglio diretto verso Porretta ma che sale dalle Piastre passando da Pracchia. Si tratta di un piccolo passo, ma è pur sempre qualcosa. Adesso rimarrebbe da migliorare la partenza dell’ultimo pullman della sera da Porretta verso Pistoia delle 19.21 per quei pendolari che lavorano a Bologna.

Sabato mattina è stata protocollata la richiesta di sedici consiglieri comunali di Pistoia, sui trentanove complessivi, di convocare a palazzo di Giano una seduta straordinaria aperta alla partecipazione dei cittadini, dell’assessore regionale ai trasporti Ceccobao ed altre cariche politiche per capire cosa si vuole realmente fare dello sviluppo futuro della Porrettana. L’aspetto che sorprende maggiormente è che questa richiesta ha raccolto firme bi-partisan visto che hanno sottoscritto il documento, oltre a tutto il gruppo Pdl più la Lega Nord, anche due consiglieri del Pd e di Comunisti per Pistoia ed uno dei Verdi ed Italia dei Valori.

Sabato alla biblioteca San Giorgio si è tenuto un dibattito sulle potenzialità e gli sviluppi della mobilità nell’area vasta Firenze-Prato-Pistoia. Doveva essere presente anche l’assessore regionale Luca Ceccobao che però, all’ultimo momento, ha declinato l’invito.

Si è svolto domenica mattina al Dopolavoro Ferroviario di Pistoia fra numerosi cittadini preoccupati dell’evolversi della questione della linea. E’ stato questo il primo tassello per portare alla nascita di una associazione che vuole salvare la ferrovia della montagna pistoiese con la stesura di una bozza di statuto.

fonte : Il Tirreno Pistoia

Scrivi un Commento

Current ye@r *

Commenti recenti

    Calendario

    marzo: 2011
    L M M G V S D
    « feb   apr »
     123456
    78910111213
    14151617181920
    21222324252627
    28293031