Caro Treno

aprile 3rd, 2011  |  Pubblicato in Eventi

Concorso Letterario a premi e a tema: “Caro Treno”

Progetto FRATELLI D’ITALIA: UN SECOLO E MEZZO DI FERROVIA PORRETTANA

“I treni hanno fatto l’unità d’Italia più delle scaramucce di tre piccole guerre d’indipendenza, più di un portone sfondato a Porta Pia. I treni ci hanno fatto conoscere italiani divisi dalla meravigliosa specie di dialetti. Prima di scendere alle stazioni, salutarsi, ci si scambiava l’indirizzo e almeno una cartolina di saluto arrivava a ricordo dell’incontro. L’Italia è stata unita dagli scompartimenti della seconda classe e la parola d’ordine e intesa, dopo i saluti e le presentazioni era una per tutti: “favorite”. (da un breve saggio di Erri de Luca)

Consapevoli della molta verità contenuta in questo breve scritto di Erri De Luca,

le Associazioni sottoscriventi il presente progetto, hanno deciso di promuovere le prossime celebrazioni per il Centocinquantesimo dell’Unità d’Italia legandole alla quasi contemporanea inaugurazione della Ferrovia Porrettana che, di fatto, unì l’Italia del Nord e quella Centrale.
La ragione fondamentale di questa nostra decisione risiede nella consapevolezza che senza la nostra linea “Porrettana”, è difficile immaginare la nostra “Valle del Reno”, tanto grande è stato il contributo che la “ferrovia” ha dato allo sviluppo della montagna bolognese e pistoiese nel suo secolo e mezzo di esistenza.
La proposta, la progettazione, e la costruzione della linea Porrettana che, di fatto, collegò Bologna e Firenze, attraversando la temibile barriera appenninica, furono per gli anni a metà dell’ottocento, una vera sfida verso la modernità, permettendo di sperimentare l’ingegno e le capacità di un gruppo straordinario di imprenditori, politici e tecnici che ne condivisero l’impresa. Le stesse soluzioni tecniche ai tanti inediti problemi posti alla realizzazione dell’opera furono davvero stupefacenti per le ardite soluzioni sperimentate e poi riproposte nella realizzazione di altre opere simili.
Con il nostro progetto, quindi, vorremmo parlare dell’unità d’Italia e, soprattutto, dell’unità degli italiani, rendendo omaggio ad un’opera che ha dato un contributo fondamentale nell’accorciare le loro distanze fisiche e non solo tali. Ci piacerebbe poter rivisitare quel clima che permise la realizzazione di quest’opera e indagare su ciò che accadde nella testa delle persone quando, più di centocinquant’anni fa, queste furono poste di fronte alla rivoluzione ferroviaria [...] leggi –>


fonte : carotreno.blogspot.com

Scrivi un Commento

Current ye@r *

Commenti recenti

    Calendario

    aprile: 2011
    L M M G V S D
    « mar   mag »
     123
    45678910
    11121314151617
    18192021222324
    252627282930