Improduttivo

maggio 11th, 2011  |  Pubblicato in Articoli

Copit: Troppi gli aiuti della politica

Pistoia, 11 maggio 2011

“Il Copit è un’azienda assistita dalla politica. Addirittura il Comune, adesso si è messo a elargiregli stessi fondi degli scorsi anni, a fronte di servizi ridotti”. Una situazione che fa gridare allo scandalo il Pdl pistoiese, preoccupato per le conseguenze dell’aggregazione delle aziende di trasporto pubblico toscano, in vista della gara regionale per l’affidamento del servizio nel 2012. In questi giorni le società che fanno parte del Consorzio toscano trasporti (Ctt) stanno mettendo a punto gli ultimi accordi per presentarsi unite all’appuntamento, ma secondo gli esponenti del centrodestra, le attuali condizioni di bilancio non potranno che relegare l’azienda pistoiese al ruolo di Cenerentola. “E se ciò avverrà — affermano — non sarà certo a causa di tagli del Governo, visto che per stessa ammissione del presidente Del Santo, Copit si trova in deficit strutturale dal 2005″.

In conferenza stampa, il capogruppo Pdl in Comune Alessandro Capecchi, il suo omologo in provincia Marcello Paci, il consigliereprovinciale Patrizio La Pietra e il coordinatore comunale vicario Umberto Semplici si sono schierati contro i tagli alle corse, ingiustificabili — a loro dire — in rapporto alle risorse pubbliche che in questi anni sono entrate nelle casse del Copit. “In questi anni — ha affermato Capecchi — l’azienda ha gestito, peraltro senza gara, i parcheggi della città assicurandosi oltre un milione di euro l’anno. Del Santo è stato di fatto nominato agente contabile del Comune per quanto riguarrda gli abbonamenti dei parcheggi. E’ stata la malagestione della società, lasciata crescere a dismisura anche da un punto di vista occupazionale, a creare i problemi attuali”, ha affermato ancora il capogruppo a Palazzo di Giano.

Problemi che gli enti pubblici starebbero affrontando in modo diverso. “Da una parte, il Comune di Pistoia — ha continuato Capecchi — sta assicurando le stesse risorse degli scorsi anni a fronte di servizi ridotti, creando fra l’altro presupposti per delle contestazioni contabili, e investendo sul Ctt, un carrozzone che non produce niente. Dall’altra la Provincia, che risponde con tagli alle risorse”.

Proprio sul versante Provinicia, Marcello Paci ha dato notizia di una serie di ricorsi al Tar che Blubus (società di cui fanno parte Copit e Lazzi) avrebbe presentato contro le proroghe mensili all’affidamento del servizio di trasporto pubblico locale. “Eppure — ha sottolineato La Pietra — nel 2009 sono stati riconosciuti finanziamenti pari a quelli del 2008, quando i chilometri coperti dalle corse erano maggiori di centinaia di chilometri l’anno. Copit — ha aggiunto il consigliere provinciale Pdl — ha già ricevuto aiuti più che sostanziosi ed è allora impossibile giustificare i tagli scattati lunedì”. “Se fosse un’azienda privata — ha concluso per tutti il coordinatore vicario comunale Umberto Semplici — Copit avrebbe già portato i libri in Tribunale”

 

fonte : La Nazione Pistoia

Scrivi un Commento

Current ye@r *

Commenti recenti

    Calendario

    maggio: 2011
    L M M G V S D
    « apr   giu »
     1
    2345678
    9101112131415
    16171819202122
    23242526272829
    3031